giovedì 25 marzo 2010

Come prepararsi ad un saggio di pianoforte




Alla fine di ogni anno scolastico di pianoforte, vi è sempre il saggio di fine anno.
I saggi sono una cosa preziosa ma, se non vengono bene preparati, possono diventare delle vere e proprie disavventure, con conseguenti traumi da parte dei partecipanti.

Il maestro così ha l' obbligo di informare l'allievo senza mandarlo allo sbaraglio.

Ecco cosa bisogna fare per fare un buon saggio di pianoforte:


Scegli dei brani facili
Durante un concerto, renderai al massimo l' 80% delle tue reali capacità. Perciò un buon metodo è quello di scegliere dei brani semplici in modo tale di avere un elevatissimo margine di errore.
I brani da scegliere ti consiglio di averli già studiati, in modo tale da doverli solamente ripassare per il saggio.



Studia in maniera segmentata
Per prepararti un brano bene, non devi solamente farlo e rifarlo dall' inizio alla fine più volte possibile, ma devi scomporre il brano in tante sezioni. In questo modo riuscirai anche a riprenderti dai momenti di bleckout che possono avvenire durante un concerto o saggio.


Rilassati
Il giorno del saggio non provare il pezzo troppe volte, per due motivi: il primo è che è inutile continuare a farlo ormai, o lo sai o non lo sai. Il secondo motivo è dato dal fatto che se continui a farlo, poi arriverai al saggio senza la voglia di volerlo fare, così finirai per rendere di meno al momento dell' esecuzione.

Nessun commento:

Posta un commento