venerdì 23 aprile 2010

Lezione di pianoforte n.17 - Lettura a prima vista


Leggere a prima vista uno spartito non deve essere un Hobby, ma deve essere una capacità naturale. Chiunque pianista deve saper suonare e nel frattempo guardare lo spartito. Ahimè purtroppo, ci sono molti miei allievi che quando devono studiare un pezzo lo leggono e poi lo memorizzano il prima possibile onde evitare di star ogni volta a rileggere le note.

Sappiamo tutti dell' enorme beneficio che ha la memorizzazione di un pezzo, ma è anche vero che non bisogna saper solo suonare a memoria. Bisogna avere la capacità di guardare con un occhio lo spartito e con l' altro la tastiera (ovviamente inteso in senso metaforico).

La lettura a prima vista potremmo dire che è importante quanto la memorizzazione. Infatti è indispensabile saper suonare a prima vista un brano semplice al pianoforte. Tuttavia molti non riescono e odiano suonare a prima vista.

In realtà io penso che non ci sia niente di meglio poichè così si hanno due grandi vantaggi:

  • Non si perde tempo nell' imparare il pezzo
  • Possiamo suonare sin dal primo momento un pezzo che ci piace
Queste sono motivazioni molto valide. La prima infatti, afferma che sapendo suonare un brano a prima vista, non c'è bisogno di perdere del tempo per studiare quel brano. Mentre la seconda afferma che il vantaggio della lettura a prima vista sta nell' immediatezza di questa.

Chi non è dotato di lettura a prima vista, può migliorarsi facendo questi 2 semplici esercizi:

  • Suonare gli esercizi e i brani semplici già studiati in precedenza.
  • Suonare pezzi suoni in diverse tonalità a più non posso.
Ovviamente questa per venir fuori deve essere molto utilizzata. Ecco perchè ti consiglio di leggere a prima vista moltissimi spartiti, anche al costo di sbagliare le note ma l' importante è continuare a leggere senza mai fermarsi ed eventualmente delineare i passaggi difficili mentre si legge.

2 commenti:

  1. Ciao. Sono un pianista inesperto;)
    Riesco a suonare a memoria anche pezzi abb complessi e so che dovró fare molta pratica con il solfeggio... Quello che non riesco a capire è come i pianisti riescano a suonare e leggere allo stesso tempo. Se suono con una sola mano ci riesco anch'io con pezzi facili facili... Ma come fanno i pianisti a leggere tutte quelle note contemporaneamente???? Non ho un insegnante per ciò non riesco proprio a capire come fare per arrivare a quel livello...

    RispondiElimina
  2. Ciao Anonimo. Eh, bella domanda. Diciamo che è soprattutto questione di allenamento. Allora i direttori d'orchestra che leggono anche fino a 10 parti alla volta? :D E' solo questione di colpo d'occhio e di guardare rapidamente i tasti, o n on guardarli proprio ;)

    Per il resto, tutto allenamento e conoscenza dell'armonia!

    RispondiElimina