venerdì 23 aprile 2010

Lezione di pianoforte n.2 - I valori




In questa lezione, incominceremo a prendere coscienza del fatto che le note, non solo hanno una loro altezza, e quindi nomi differenti, ma hanno anche una loro durata.
Infatti, per poter leggere e capire uno spartito, abbiamo bisogno di di queste due informazioni essenziali: altezza e valore. Dove per " altezza " intendiamo il nome della nota e per " valore " intendiamo la durata.

Abbiamo diversi tipi di valori musicali, abbiamo i valora da: 4/4, 2/4, 1/4, 1/8, 1/16, 1/32 e 1/64.
Ogni valore ha una propria nota e pausa raffigurante.
Ecco uno schema che riassume le durate delle note:



Teoricamente esistono anche le note con durata superiore e inferiore. Per esempio esiste la breve con durata di 8/4 e la fusa con durata di 1/128.

Le note, vengono scritte all' interno del pentagramma, attraverso delle regole ben precise.
Per esempio le note scritte fino al rigo del si, andranno scritte con la gambetta in giù. Mentre le note al di sopra di tale rigo, vengono scritte con la gambetta all' in sù.

Un' altra regola si ha quando in uno spartito, troviamo più note dal valore di un ottavo o meno affiancate, di scriverle congiunte. In questo modo si ha una scrittura più semplice e lineare:

1 commento:

  1. Ciao Christian, volevo farti i complimenti per le tue lezioni, belle, chiare e ben rappresentate e per me molto utili visto che sono una principiante!
    Vorrei farti una domanda: che differenza di durata c'è tra una breve e una croma? Perchè dall'esempio non riesco a notare la differenza.
    Chiedo venia!
    Grazie mille
    Francesca

    RispondiElimina