venerdì 23 aprile 2010

Lezione di pianoforte n.20 - Come riconoscere gli accordi



In questa ventesima lezione, imparerai a riconoscere gli accordi al pianoforte, leggendoli su di uno spartito con la notazione per chitarra (notazione abbraviata).

Prima di arrivare a parlare di ciò, incominciamo a definire che cos'è un accordo. Un accordo è un insieme di 3 o più suoni. Un accordo composto da 3 suoni è detto anche triade.
Una triade è formato da 3 suoni che hanno una determinata distanza fra di loro. Per comporre una triade c'è bisogno di suonare contemporaneamente il 1° grado, il 3° grado e il 5° grado.

Ma, che cosa sono questi gradi?

Ogni scala musicale è composta da gradi. Così per esempio, in una scala di Do maggiore (Do Re Mi Fa Sol La Si Do), avremo il Do = 1° grado, Re = 2° grado, Mi = 3° grado, Fa = 4° grado, Sol = 5° grado, La = 6° grado, Si = 7° grado, Do = 8° grado.

Ogni grado, oltre ad avere un numero (primo grado, secondo grado ecc..), ha anche una propia denominazione.

1° grado Tonica: chiamata così perchè è la nota che dà il nome alla scala musicale.
2° grado Sopratonica: chiamato così perchè è il grado posto sopra la tonica.
3° grado Caratteristica: chiamato così perchè è il grado che caratterizza il modo della scala.
4° grado Sottodominante: chiamato così perchè è il grado che stà al di sotto della dominante.
5° grado Dominante: chiamato così perchè, dopo la tonica, è il grado più importante.
6° grado Sopradominante: chiamato così perchè è il grado posto al di sopra della dominante.
7° grado Sensibile: chiamato così per il suo senso di instabilità.
8: grado Ottava: chiamato così perchè è l'ottava nota della scala musicale.

Ti consiglio di scaricare quì, questo fantastico pdf sui gradi e sugli accordi.

Perciò, per creare un accordo, hai bisogno di sommare la tonica con la caratteristica e con la dominante.

Tuttavia esistono accordi che contengono più di 3 note, come per esempio gli accordi di settima. Ciò vuol dire che, all' accordo naturale, bisogna aggiungere il settimo grado. Così un accordo di settima, sarà formato dalla tonica, dalla caratteristica, dalla dominante e dala sensibile.

Nessun commento:

Posta un commento